image desc image desc image desc image desc

Progetto LNG

Il progetto LNG nasce grazie al connubio storico di due realtà presenti in Valtellina, Sanpellegrino con il suo stabilimento di acqua minerale Levissima e Gruppo Maganetti, leader logistico in provincia di Sondrio. L’attenzione al territorio, già dimostrata da entrambe le realtà con la certificazione ambientale e sociale “Marchio Valtellina”, è il valore etico aziendale condiviso che ha portato alla nascita di questa progetto, il cui scopo principe è proprio la sostenibilità ambientale, ecologica, all’interno comunque del paradigma economico: Sanpellegrino è stato il motore principale, sostenendo il progetto e dedicandoci parte del suo flusso di traffico, nonché supportando la sua stesura e il suo sviluppo sia dal punto di vista formale che logistico; Gruppo Maganetti è il collante con il territorio, realizzando le infrastrutture e le competenze necessarie, trasformando il progetto aziendale in un progetto di area dove porre i presupposti affinché tutta l’industria e tutto il trasporto provinciale possano accedere a questa tecnologia in maniera diretta ed economica.

Il cuore del progetto è legato al veicolo Iveco Stralis LNG, primo camion al mondo ad essere alimentato a LNG, ovvero gas naturale liquefatto: rispetto al tradizionale gasolio abbiamo quindi un abbattimento degli agenti inquinanti, minor inquinamento acustico, olfattivo e anche visivo. Oggi è in arrivo la seconda generazione di veicoli, la cui potenza ormai è paragonabile ai veicoli a gasolio mentre il comfort è addirittura superiore, limitando le vibrazioni e il rumore. All’introduzione di questi veicoli sono stati affiancati ulteriori punti chiave attentamente studiati atti a migliorare ulteriormente l’impatto ambientale della flotta:

  • Semirimorchi dedicati ultraleggeri, per una minore tara rimorchiabile: si può trasportare così l’8,4% di prodotto in più, a scapito della flessibilità di utilizzo del semirimorchio.
  • Pneumatici Michelin, che grazie al programma Remix garantiscono una vita prolungata sia del pneumatico che della sua carcassa, limitando considerevolmente la quantità di rifiuto: prevediamo di risparmiare nei 5 anni 12 tonnellate di pneumatici da smaltire.
  • Creazione di un protocollo di controllo dei pneumatici e della campanatura delle ruote, al fine di ottimizzare il consumo delle gomme e del carburante.
  • Installazione di dispositivi tecnici facoltativi: il sistema TPMS per il controllo della pressione dei pneumatici in tempo reale, sistema molto diffuso sulle vetture ma non sui veicoli industriali; terzo asse sterzante, al fine di limitare l’usura delle gomme nelle curve impegnative e nelle rotonde strette, di cui la provincia è costellata.

    La collaborazione a lungo termine fra le realtà Sanpellegrino e Gruppo Maganetti ha raggiunto così l’obiettivo di avere la flotta specifica leader in Europa per impatto ambientale; tutto questo avviene con un cospicuo investimento iniziale ma con un risparmio economico sul lungo periodo, permettendo così di non incidere in alcun modo sui costi chilometrici di trasporto: un doppio risultato a nostro avviso straordinario, possibile solo grazie alla fiducia e alla lungimirante strategia perseguita dalle due realtà.

    Ad oggi, il progetto è nella sua fase di pieno funzionamento , con un investimento a budget già stanziato e impegnato pari a circa 4.000.000€. Circa 35 aziende industriali della Valtellina sono già state coinvolte e stanno esaminando il progetto con maggiore interesse, grazie all'apertura del distributore specifico il 7 novembre 2016 . Per dare, infine, un’idea concreta del risparmio ambientale raggiunto, possiamo sostenere, numeri alla mano, che i 12 veicoli iniziali del progetto, tutti insieme, nei prossimi 5 anni inquineranno meno di un singolo veicolo a gasolio EURO 6 di ultima concezione e senza costare di più.

    A fronte degli importanti risultati raggiunti dal progetto, il Gruppo Maganetti ha deciso di ampliare la propria flotta LNG: è stato effettuato, infatti, il secondo ordine di veicoli LNG, pari a 11 veicoli Stralis AS440S40 NP.
    Le novità sono il doppio serbatoio LNG, che garantisce un’autonomia pari a 1.600 km, il cambio automatico ZF e la cabina HI-WAY per il massimo comfort.



    Vieni a scoprire il progetto sul sito dedicato!